domenica 31 gennaio 2010

Ieri sera guidavo la macchina. Mia sorella accanto. E io che non parlavo. Lei mi ha detto che non dovevo preoccuparmi, era semplicemente una "giornata no". E io nell'elencare i vari motvi per cui quella giornata faceva schifo e ribadendo che quei motivi non sarebbero spariti nel giro di una notte sono scoppiata a piangere.

Non sono una ragazza da "colpo di fulmine". Per piacere devo essere prima conosciuta, tanto e a fondo. Ma io questa possibilità non la do a nessuno, tiro dritto per la mia strada senza guarare in faccia nessuno. Sono antipatica, si, crederete voi. Penso io, invece, che ho solo tanta voglia di nascondermi. Ecco il motivo per cui nessuno si innamorerà mai di me.

Non voglio diventare una quarantenne anoressica. Non la sopporto mia zia, 40 kg di stupidità. Perchè essere così legati al cibo, perchè perchè? E di nuovo il bue dice cornuto all'asino.

La mia amica ieri sera mi ha detto che le è venuto un attacco di panico l'altro giorno, per la troppa ansia per lo studio. E io volevo dirle che ci sono abituata a quella sensazione e ho odiato da morire quella infermiera quel giorno al pronto soccorso.
Mi ha detto che un suo caro amico d'infanzia ha sofferto di anoressia e io volevo buttare fuori tutto il marcio che avevo dentro, parlarle del mio problema con il cibo, della depressione, del vomito e degli psicologi.

Ma non l'ho fatto, non l'ho fatto.

Una volta una psicologa mi disse che il non voler parlare dei miei problemi non mi rendeva di certo un'amica peggiore.
Ma di parlarne con qualcuno avrei voglia.

venerdì 29 gennaio 2010



Si ricomincia, da oggi.


Mancano 3 mesi al matrimonio della mia amica.
12 chili posso perderli senza problemi, ma le abbuffate non devono più esserci.
Ce la faccio?! Boh.
Uffa...in 3 mesi arrivo solo a 60 Kg.
Io voglio pesare di meno...
Vabè, però è sempre meglio di questi 72 Kg.


Pensieri confusi.
Spero non rimangano solo parole.

Dai che ce la faccio.

giovedì 28 gennaio 2010

S
-p
--r
---o
----f
-----o
------n
-------d
--------o
----------nel mio grasso


Affogo in chili di cibo.

domenica 24 gennaio 2010

E non prendiamoci in giro ragazze.
Cosa siamo noi se non degli esempi viventi di una malattia astratta?
Credete davvero che le nostre azioni siano nostre, intendo dettate dal nostro cervello?
Perchè abbiamo tutte le stesse abitudini, gli stessi pensieri, gli stessi riti, pur non avendoli mai comunicati a nessuno e letti da qualche parte?
Siamo etichette.
Siamo malate.


Quando andavo dalla psicologa lei mi diceva che era quasi inevitabile che da una famiglia con un padre pressochè assente, una madre apprensiva e un fratello drogato ci uscisse una bulimica.
E io in quel momento mi sentivo derubata di quella poca umanità che avevo ancora dentro.
Odiavo il pensiero che potessi essere etichettata semplicemente come "bulimica" e basta.


Ma in fondo è questa la semplice realtà.

Anoressia, bulimia, binge eating.

Noi siamo questo, e nient'altro.

sabato 23 gennaio 2010

Peso: all'incirca 70 kg.
Perso 3 chili in una settimana?!
Boh,mi sembra molto strano ed improbabile visto che mi sono abbuffata per 3 giorni di seguito.

Ora non mi basta più mangiare quello che ho in casa, no, adesso devo anche andarmelo a comprare al supermercato.
E mi vergogno come un cane quando sul banco passano i miei pacchi di merendine, stecche di cioccolata, confezioni di wafer, pizzette congelate e pane, tanto pane.


Parlo solo di questo, perchè tanto a noi cosa altro interessa se non questo?
A chi interessa sapere che l'università va male, che non ho voglia di studiare e che mi sto impantanando sempre più?
A nessuno, nemmeno a me.

sabato 16 gennaio 2010

Ho sbagliato.
Avrei dovuto dirvi, prima di iniziare a leggere i miei post, che non avrei mai scritto quanti chili sono dimagrita in una settimana, quanto poco ho mangiato durante il giorno, come le ossa del bacino comincino a vedersi sempre più.
Semplicemente perchè io tutta questa forza di volontà non ce l'ho mai avuta.
Non ho mai avuto abbastanza forza di volontà per studiare seriamente, migliorare caratterialmente, dimagrire notevolmente o vomitare quello che ho mangiato totalmente.
E tutti questi avverbi stanno a significare che io quelle cose le ho fatte, si, ma in minima parte, senza mai essere pienamente coinvolta al punto da volerle portare a termine completamente.
Sono stanca di essere un alone grigio di materia.
Voglio essere un'ombra nera o un folgorante fascio luce.

Ho cambiato colore di capelli.
Li volevo nocciola e mi sono ritrovata con una testa scura che tende al rame.
E anche in questo caso...non me ne frega niente.

Forse perchè sono consapevole che un bell' aspetto esteriore può nascondere i misfatti e il marciume peggiore di questa terra. Forse ìnon voglio essere bella perchè non verrei mai presa seriamente in considerazione.
Ma tutto questo non mi aiuta ad avitare che la massa grassa del mio corpo cresca a dismisura.


Voglio solo un equilibrio.
Voglio solo assaggiare un pizzico di serenità.
Vorrei solo conoscere la sig.ra Gioia Di Vivere.

Chiedo troppo?

venerdì 15 gennaio 2010

La settimana è andata male.
Ho mangiato spropositatamente e vomitato troppo poco per tutta la settimana.
Non ho il coraggio di andarmi a pesare.

domenica 10 gennaio 2010

Sabato prosimo vado dalla parrucchiera e cambio colore di capelli.

Da domani inizio la dieta. Seriamente.
Prenderò spunto dalla dieta del mio nutrizionista, ma eliminerò di mio altre 300-400 calorie circa.

Visto che non ho la connessione durante la settimana, posterò i miei d.a. tutti insieme, forse di sabato.

Ho paura di ricominciare questa ennesima dieta. Non sono psicologicamente pronta, ma devo farlo.
Ormai è diventato un obbligo morale verso la mia persona e quella bella ragazza che potrei essere ma che è nascosta sotto 20 chili di grasso in eccesso.

Peso di partenza: 73.6 kg
Obiettivo: 50 kg

Ditemi in bocca al lupo. Penso proprio che qualsiasi parola mi sarà di aiuto.

venerdì 8 gennaio 2010

Non ho la forza di scrivere
obiettivi che mai raggiungerò
raccontare
di una corsa non ancora inziata e già finita
descrivere
la sensazione di nausea che mi porto dietro da due giorni.


Non chiedo più, a questo punto, di dimagrire...mi basterebbe dimenticare e mai più sapere il significato della parola "abbuffata".


Stanca.

martedì 5 gennaio 2010

Cambierò colore di capelli, non ce la faccio più a vedermi bionda.

Tra meno di 4 mesi si sposerà una mia amica d'infanzia e io...io...io vorrei essere bella, felice e con 20 chili in meno quel giorno.
L'ansia e la rassegnazione di non facela mi assalgono.

Lo studio va male. Male. Male.

E adesso mi vado a mangiare altri Ferrrero Rocher.